jump to navigation

“Studiare il passato per costruire il presente” 23 Ott 2006

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Arte e Cultura.
trackback

Abbiamo incontrato il Prof. Luigi Blanco, fondatore di “Hyspicaefundus”.

Come è nata l’idea di creare “Hyspicaefundus”? Crede che la nostra storia sia minacciata dalla modernità?
L’idea l’ho sempre avuta. Dopo il pensionamento, ho trovato anche il tempo ed i collaboratori, tra cui Franco Fronte, che mi ha aiutato molto, e tanti giovani. Il nostro compito è di studiare il passato per costruire il presente; creare un archivio, affiancare la politica nell’opera di rivalutazione delle risorse culturali. La modernità distrugge la storia: i giovani hanno il compito di mantenerla viva.

Come appare la città agli occhi del visitatore? Qual è il suo reale valore artistico?
La città è pulita, ordinata e ha un grande patrimonio. È mancato l’interesse a curarlo: bisogna rendere più fruibili le opere e le risorse naturalistiche come il Parco Forza. Anche il mancato inserimento della città fra i beni dell’Unesco è il sintomo di uno scarso interesse alla valorizzazione. I politici hanno una grande opportunità, bisogna sensibilizzarli. Ed è questo il nostro compito.

Palazzo Bruno è divenuto, nell’immaginario collettivo, il simbolo della città. Oltre all’indiscusso valore artistico, cosa ha di particolare, di affascinante?
Affascina perché è il “castello incantato”: è il simbolo della nobiltà, dei fasti dell’epoca. E i cittadini che potevano ammirarlo solo dall’esterno, l’hanno sempre immaginato e vissuto come qualcosa di fiabesco, irreale.

Conosce qualche aneddoto in proposito?
Posso raccontare la mia esperienza: quando vi passavo davanti, vedevo Donna Preziosa, la nobile proprietaria, alla finestra e immaginavo la vita del “castello”, m’incantava. I nobili hanno avuto un grande ruolo nell’arricchire Ispica, sia artisticamente che economicamente: davano lavoro a tanta gente e avevano un immenso patrimonio che hanno donato alla città. È nostro dovere recuperare la vitalità intellettuale e imprenditoriale di quegli anni.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: