jump to navigation

Romano Prodi : Il Paese è impazzito! 13 Nov 2006

Posted by danilogiurdanella in Politica.
trackback

Sono sempre stato un atlantista, non solo perché fautore di una cooperazione intercontinentale, ma perché convinto che l’Europa abbia tanto da imparare dal Nord America e il Nord America dall’Europa.

Uno dei costumi politici statunitensi che vorrei oggi prendere in considerazione è il fatto che i Presidenti siano mensilmente obbligati a recarsi presso una clinica sottoponendosi ad un totale check-up, i cui risultati vengono, senza intermediazioni, resi pubblici alla stampa. Se tale istituto venisse adottato in Italia, posso solo immaginare cosa, quel po’ di stampa indipendente che ancora esiste, avrebbe da dire sul caso Prodi.

A parte la letargia evidente cui è affetto, i nostri giornalisti potrebbere sbizarrirsi sulle possibili malattie mentali del Nostro: demenza senile? Disordine bipolare? Schizofrenia? O semplice arterisclerosi? Una cosa è certa: le ultime dichiarazioni di Prodi alla stampa fanno pensare ad una combinazione di tutto ciò. Prodi infatti afferma: “L’Italia è impazzita” (dichiarazione battuta dall’Ansa). Chiaramente un lapsus freudiano nei confronti del popolo che ha avuto la disgraziata idea di eleggerlo, sia pure con una minima maggioranza. Ma c’è di più.

Prodi, è sotto la pressione dei DS e dei comunisti, i rapporti con Rutelli restano freddi, trova pochi uomini disposto a seguirlo, la sua popolarità è in picchiata. Non ha più appoggi, è un cavaliere senza cavallo, il Paese non lo segue e contesta la stangata fiscale, il più grande danno (sono le parole del giornale inglese The Economist che ha sostenuto la sinistra in Italia) che sia mai venuto alla classe media italiana in tutta la sua centenaria storia. La notizia della tassa sui turisti, in un paese che negli ultimi anni è sceso dal secondo al quarto più visitato in Europa, è il colmo. Per consolarsi gli italiani oggi apprendono dalla bocca del chiaro genio emiliano che, oltre ai rincari por la patente, sarà data ai comuni (il 75% dei quali sono in mano alla sinistra) la possibilità di aumentare l’ICI. Quasi contemporanea la notizia del Fondo Monetario Internazionale che il PIL italiano, dopo essere ripartito nel 2006, rallenterà nel 2007 e sarà il più basso di tutti i 25 (fra poco 27) paesi d’Europa, in pratica uno dei più bassi del mondo!

Allora non può essere lui a sbagliare! E’ il paese che è impazzito. Anzi il mondo intero. Come Hitler che negli ultimi suoi giorni di vita aveva avuto parole dure per il tedeschi, così fa anche Prodi con gli italiani. E’ lui l’unico ad avere ragione: errano invece i sessanta milioni di cittadini dello Stivale, povere persone ignoranti che non hanno avuto il beneficio di nascere in un castello di Scandiano e di andare alla scuola dei cattocomunisti. Mi chiedo per quanto tempo Prodi potrà perseverare in questo stato. O finirà come Nerone, abbandonato da tutti, popolo e senato, con Arturo Parisi al posto di Epaminonda e nessuno che lo vorrà neppure ospitare in casa?

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: