jump to navigation

La lunga corsa dello Statuto 18 Dic 2006

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Omnia post.
trackback

Un corridore provato dal lungo percorso, ma per nulla scalfito nello spirito dalla grande fatica, è arrivato a destinazione, tagliando il traguardo: è il nuovo Statuto Comunale della Città di Ispica. L’atleta (completare il percorso della sua stesura ha comportato uno sforzo simile alla maratona), dopo aver finalmente scovato lungo il cammino borracce d’acqua fresca, ha trovato nuova energia per lo sprint finale; le suddette boracce sono state gentilmente fornite dalla Giunta guidata dal Sindaco Piero Rustico e passate di mano in mano sotto l’occhio attento del Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Moltisanti.

Lo Statuto ha costantemente guadagnato consensi (14 voti favorevoli ed un solo astenuto) e si è mostrato nella sua veste nuova e definitiva: 82 articoli suddivisi in 9 titoli che assolvono pienamente gli obiettivi che il Consiglio si era posto di raggiungere e che la cittadinanza intera si auspicava.

Le più rilevanti novità legate ai principi ed agli istituti fondamentali riguardano la definizione di “Comunità”, il riconoscimento delle radici cristiane e l’approvazione del nuovo stemma e gonfalone della città, nel quale adesso è finalmente presente l’iscrizione “Città di Ispica”, ulteriore ufficializzazione del conferimento del titolo di “Città” di cui Ispica si fregia ormai da tempo.

Il riconoscimento delle pari opportunità è garantito dal secondo comma dell’articolo 30, che stabilisce che durante il processo di composizione della Giunta vada ricercata una presenza equilibrata di entrambi i sessi.

L’articolo 57, “Il diritto di udienza”, tratteggia una nuova modalità di partecipazione del cittadino alla vita politica, ratificando l’attività di ascolto, da parte dell’Amministrazione, delle istanze degli ispicesi per garantire ancor di più la tutela degli interessi della collettività.

Sotto l’aspetto politico, l’innovazione principale concerne l’innalzamento del numero degli assessori componenti la Giunta e la possibilità di presentare mozione di sfiducia al Presidente ed al Vice Presidente del Consiglio.

L’attuazione del nuovo statuto, infine, grazie alla previsione concretizzata negli articoli 75 e 77, verrà accelerata grazie al tempestivo aggiornamento dei Regolamenti vigenti, che dovrà avvenire entro sei mesi dalla sua entrata in vigore, velocizzandone l’adozione definitiva da parte del Consiglio Comunale.

Il corridore è ormai arrivato, la corsa è finita, e pazienza se avrebbe potuto guadagnare l’arrivo molto tempo fa: solo adesso è un ordinamento attuale, evoluto ed al passo coi tempi, che può ben interpretare i bisogni degli ispicesi di oggi e di domani, senza dover rinunciare alle fondamenta caratterizzanti l’identità cittadina.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: