jump to navigation

Ispica negli itinerari del FAI 26 Apr 2007

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Ambiente & Territorio, Arte e Cultura.
trackback

Quest’anno, per la prima volta nella sua storia, la città di Ispica ha aderito alla 15’ Giornata FAI di Primavera.
La manifestazione, promossa dal Fondo per l’Ambiente Italiano e patrocinata dalla Presidenza della Repubblica e dai Ministeri per i Beni e le Attività Culturali e della Pubblica Istruzione, ha aperto le porte di ben cinquecento luoghi artistici in duecento città italiane, tra i quali l’ex Chiesa della Sciabica ed il Casino Bruno di Belmonte ad Ispica.

L’ex Chiesa della Sciabica, riaperta al pubblico per l’occasione dopo un lungo periodo di lavori di restauro e ristrutturazione, ha ospitato una “esposizione straordinaria” di argenti, arredi e paramenti sacri di proprietà delle Chiese della Madonna del Carmelo, della SS. Annunziata e di S. Maria Maggiore. Questo magnifico monumento, costruito come oratorio per la Congregazione dei gesuiti ed utilizzato per le celebrazioni delle messe domenicali, cessò di essere luogo di culto alla fine dell’ottocento; al suo interno, presenta tre volte a capriate di grande valore artistico e storico, con pregiate decorazioni risalenti al XVI secolo.

L’altra tappa ispicese della giornata FAI è stata un luogo praticamente inedito, finora inviolato: il Casino Bruno di Belmonte, che ha schiuso le sue porte agli ispicesi ed ai numerosissimi turisti per la prima volta in assoluto, ha ospitato una “Mostra fotografica fra ricordi ed oggetti delle collezioni di Pietro Bruno di Belmonte”.

In entrambi i luoghi, studenti dell’Istituto Superiore “G. Curcio”, apprendisti ciceroni, hanno fatto da guida, fornendo ai visitatori notizie storiche, artistiche e culturali sui beni in mostra.

Il Sindaco di Ispica, Piero Rustico, ha definito la 15’ Giornata FAI di Primavera “un’opportunità che la nostra città non poteva lasciarsi sfuggire. Ispica – ha dichiarato ancora il primo cittadino ispicese – ha veramente tanti tesori da far conoscere e riscoprire in tutta la loro bellezza ed il loro grande valore artistico. Inoltre, entrare nell’ex Chiesa della Sciabica dopo il restauro e rivedere i suoi elementi artistici e le preziose decorazioni, è stata per me davvero una grande emozione; è per questo che, a pochi giorni dalla consegna dei lavori, ho pensato di inserirla all’interno di questa manifestazione, per dare subito ai miei concittadini ed ai tanti visitatori la possibilità di ritrovare uno dei monumenti più antichi e suggestivi della città”.

L’inserimento di due delle tante bellezze artistiche ispicesi nei famosi itinerari del Fondo per l’Ambiente Italiano rappresenta un grande colpo messo a segno dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Rustico che, oltre al successo di pubblico registrato nel primo week-end di primavera, raccoglierà tra non molto i frutti di una incessante promozione turistica e del rilancio culturale che prosegue senza sosta ormai da due anni.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: