jump to navigation

Ad Ispica gli “architetti-viaggiatori” dell’Università IUAV di Venezia 22 Nov 2007

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Ambiente & Territorio, Attualità e notizie.
add a comment

Sovente si accusa il mondo accademico di proporsi in modo troppo distaccato nei confronti della società civile in cui risiede e svolge il suo compito formativo nonché di accesso al mondo del lavoro. Ed è proprio per quanto riguarda quest’ultimo aspetto che si imputa alle università un eccessivo utilizzo nozionistico dei saperi, a fronte di una necessaria ed opportuna esperienza pratica condotta sul piano della tangibilità.
L’accusa permane, nella maggior parte dei casi, fondata; ciò nonostante, esistono rari ma significativi esempi che si pongono in netta controtendenza: l’Università IUAV di Venezia, nata nel 1926 come facoltà di Architettura e, ad oggi, l’unico ateneo italiano dedicato interamente all’insegnamento della progettazione, ha avviato un’importante collaborazione con il Comune di Ispica, che permetterà ad alcuni degli ottomila studenti dell’ateneo di svolgere una simulazione progettuale su un’area della città. (altro…)

L’Amministrazione comunale avvia un’indagine conoscitiva sui problemi e le esigenze dei giovani ispicesi 14 Nov 2007

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Attualità e notizie.
1 comment so far

Ispica come il resto della Sicilia e della penisola: nessuna eccezione, purtroppo, nell’incidenza di quella che oggi viene definita una “piaga sociale”. La “questione giovanile” è, più che mai, un problema serio che rimanda la sua eco fino all’estremo lembo trinacrio.
L’alto tasso di delinquenza minorile, il progressivo distaccamento dai valori religiosi e politici nell’età evolutiva, il vuoto esistenziale che ramifica i suoi effetti ovunque, causando disagi familiari e carenze scolastiche, sono i sintomi spaventevoli di un morbo fortunatamente guaribile. Il ruolo “terapeutico” spetta alle istituzioni nelle loro derivazioni più adiacenti al cittadino; è l’amministrazione comunale a poter giocare un ruolo importante nella partita, attuando e promuovendo politiche di assistenza, ascolto, aggregazione, al fine di favorire un’equilibrata convivenza civile ed un benessere individuale e collettivo. (altro…)