jump to navigation

Ispica si fa bella: ecco il progetto della nuova piazza 30 Dic 2008

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Ambiente & Territorio, Attualità e notizie.
trackback

Si annuncia come una vera e propria rivoluzione, quella che investirà a breve le due piazze principali di Ispica: Piazza Regina Margherita e Piazza Maria Josè saranno presto oggetto di una totale rielaborazione, volta ad armonizzare, abbellire ed, al contempo, impreziosire il “salotto buono” della città.

Teatro di incontri, manifestazioni, concerti ed infuocati comizi: la piazza, ad Ispica, è sempre stata il fulcro della vita cittadina; ancora oggi rimane l’immutato punto di riferimento degli ispicesi e dell’Amministrazione comunale che, dopo anni di abbandono, ha cercato in tutti i modi di rilanciarne il ruolo di magico palcoscenico, svolgendovi tutti gli appuntamenti più importanti e significativi dell’Estate ispicese.

Purtroppo, nessuno finora era riuscito a salvare l’agorà  dal passare del tempo e dall’incuria. Finora, appunto.
Perché quella promessa pronunciata dal neoeletto Sindaco Piero Rustico nel 2005 e fatta proprio da lì, dal palco dei comizi allestito vicino al monumento ai caduti, sta per diventare realtà.
Il progetto è già pronto: l’architetto Luigi Minozzi e lo Studio Aiello S.r.l. hanno consegnato nelle mani del primo cittadino la relazione illustrativa dell’intervento di ammodernamento.

Allo stato attuale, le due piazze sono separate dall’ultimo tratto non pedonalizzato di Corso Umberto e caratterizzate dalla pavimentazione irregolare o addirittura mancante, da vegetazione poco adatta all’ambiente e bisognosa di cure e da un arredo urbano casuale e confusionario; l’illuminazione è affidata ai sette corpi illuminati “a tulipano”, di forma gradevole, che verranno mantenuti seppure posizionati in maniera più ordinata ed organica.

Nel nuovo progetto, invece, le due piazze appaiono come un unico spazio articolato, coeso e con un rinnovato carattere urbano; verranno eliminate presenze non congrue, come gli stalli di sosta ed il distributore di benzina, nonché la differenza tra quota strada e quota piazza: operazione, questa, che permetterà di avere un ambiente più armonico e fruibile. I due spazi, adesso separati, verranno uniti in una sorta di ideale abbraccio, raffigurato dalla pavimentazione ellittica  e fondendo, all’interno del disegno, anche l’ultimo tratto del corso; la piazza sarà un esclusivo spazio pubblico, certamente più idoneo ad ospitare manifestazioni e cerimoniali. L’area verde e quella pedonale verranno incrementate a scapito delle zone carrabili; la pavimentazione sarà in elegante pietra calcarea di Modica e pietra lavica dell’Etna.
Le due statue presenti, la Resistenza, opera bronzea dello scultore ispicese Salvo Monica, ed il monumento ai caduti del 1922, permarranno immutate anche nel nuovo progetto in cui troverà posto inoltre un’artistica fontana.

Si tratta di una svolta epocale; la nuova piazza diverrà il segno tangibile del cambiamento che sta involgendo Ispica: sarà un luogo dotato di memoria storica ma aperto al futuro, strategico nel processo di riconoscimento e di appartenenza della gente alla sua città, che ancora vi si ritroverà a passeggiare, socializzare, discutere, vivere lentamente.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: