jump to navigation

Il PDL ispicese rispedisce al mittente gli attacchi dell’opposizione 5 Ott 2010

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Attualità e notizie, Politica.
add a comment

Non ne azzeccano una.

Non è bastato a zittirli nemmeno il risultato elettorale, che li ha nettamente penalizzati proprio per avere, per cinque anni, criticato con una monotona litania il presunto sperpero di denaro pubblico.

Si sono resi partecipi di un ritorno inglorioso sulle spese sostenute dall’Amministrazione comunale relativamente al potenziamento del settore turistico e della promozione del territorio proprio venerdì 1 ottobre quando, con pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia, l’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo ha pubblicato il piano settoriale per l’individuazione delle località a vocazione turistica. E, tanto per gradire, Ispica è uno dei Comuni siciliani inclusi nell’elenco.

Tale decreto, che ha l’obiettivo di valorizzare le identità culturali e le risorse paesaggistico-ambientali per l’attrattiva turistica e lo sviluppo, darà la possibilità al Comune di Ispica di avere una corsia preferenziale nei bandi relativi all’asse 3 del P.O. FESR 2007/2013.

Si tratta di recidiva aggravata: un’altra triste pagina di stampa ispicese, infatti, era stata intrisa di inchiostro avvelenato in occasione dell’ultima seduta del Consiglio comunale: seduta quanto mai proficua, che ha permesso alla maggioranza di mostrarsi compatta sull’approvazione degli importanti punti all’ordine del giorno ed, ai soliti noti, di rendersi protagonisti della richiesta di convocazione di un fantomatico Consiglio comunale aperto per coinvolgere la città nella presentazione di osservazioni al Piano Paesistico; ebbene, noi riteniamo i cittadini ispicesi perfettamente in grado di valutare che la suddetta proposta sarebbe foriera di lungaggini ed ulteriore confusione, nonché di apprezzare il grande lavoro svolto in questa direzione dall’Amministrazione comunale che, in sede di concertazione, ha visto approvati molti degli emendamenti presentati al Piano per tutelare l’esclusivo interesse della collettività che l’ha chiamata ad amministrare. Dare massima informazione ai cittadini affinché presentino nei termini previsti opposizioni ed osservazioni a supporto di quanto già avviato dall’Amministrazione sarà prerogativa certa della stessa.

Ancora una volta è stata persa più di un’ottima occasione per tacere.

Il Popolo della Libertà ed il sindaco Piero Rustico continuano il loro lavoro nella promozione e nella salvaguardia del territorio, convinti che possa rappresentare una risorsa fondamentale per il futuro di Ispica.

Annunci