jump to navigation

Nuove strutture turistiche ad Ispica: importanti aziende puntano sul nostro territorio 9 Lug 2007

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Ambiente & Territorio, Economia & Lavoro.
add a comment

È di pochi giorni fa la notizia che Eurotravel, fra i più importanti tour operator italiani, sta provvedendo ad avviare la costruzione di ben trenta nuove strutture ricettive che saranno consegnate entro il 2010.

In un’intervista a “Milano Finanza”, il presidente Cleto Benin ha parlato del piano di sviluppo turistico immobiliare, che parte dalla Puglia e dalla Sicilia, (altro…)

Lotta all’evasione fiscale per garantire tasse basse e servizi di qualità 5 Feb 2007

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Economia & Lavoro.
add a comment

Una gestione della cosa pubblica economicamente efficiente ed efficace: questo il principale obiettivo che ogni amministrazione comunale si prefigge di raggiungere; non sempre è possibile, ma a volte accade il miracolo.
Il comune di Ispica, ad esempio, quest’anno è riuscito a centrare questo grande traguardo: si è posizionato nell’olimpo dei pochi comuni siciliani che hanno presentato il bilancio di previsione entro il termine previsto dalla normativa riuscendo, inoltre, a scongiurare il ricorso ad aumenti contributivi.

(altro…)

La finanziaria di Prodi, le incertezze del debito pubblico e chi ne paga le spese 22 Ott 2006

Posted by danilogiurdanella in Economia & Lavoro.
1 comment so far

Di tutte le agenzie di rating internazionale, Ficht è la più importante e prestigiosa. I suoi esperti sono i migliori (e i più pagati) al mondo. Appaiono dunque ben strane le critiche che la sinistra italiana riserva alla decisione della suddetta agenzia di abbassare il rating italiano a causa di una deludente finanziaria. Tant’è vero che lo stesso Presidente del Consiglio, Romano Prodi, prendendo la decisione di porre la fiducia, sembra conscio di quanto sia stata redatta in malo modo la più importante legge di ogni anno.

La sua affermazione, che la riduzione di credibilità del sistema-paese dipenda da scelte effettuate dal precedente Governo è tanto assurda quanto populista. Basta dare un’occhiata alle motivazioni di Ficht per capire che Prodi tenta, messo alle strette dal fallimento del proprio esecutivo, di arrampicarsi sugli specchi. Ficht esplicitamente statuisce che cause del declassamento sono i mancati tagli alle spese della finanziaria.

(altro…)

Manovra in retromarcia 13 Ott 2006

Posted by Mariagiovanna Gradanti in Economia & Lavoro.
add a comment

La Finanziaria 2007, prima ancora di mostrare le sue definitive sembianze, ha già fatto parlare molto di sé.

Se dovessimo trovare un pregio alla super-manovra (pari solo alla famigerata finanziaria del ‘92), potremmo annoverare solo lo spiazzante elemento di novità: è riuscita a scontentare tutti in un colpo solo.

La maggioranza di governo si mostra, in questi giorni, profondamente lacerata dalle divisioni interne; l’opposizione, compatta, ribadisce che gli italiani non ne guadagneranno nulla (semmai, al contrario, ci perderanno eccome); i cittadini, già allo stremo delle forze, si indignano. Alcuni, intervistati dalle trasmissioni televisive, hanno dichiarato d’essersi pentiti di aver votato Prodi; altri si chiedevano, sconsolati: “O Prodi o Berlusconi, che differenza fa?”, altri ancora si dichiaravano oramai rassegnati a stringere la cinghia. Il problema è quanto bisognerà stringerla stavolta, considerando che il rischio di rimanere soffocati è manifesto.

(altro…)